Non si ingrassa da Natale a Capodanno ma da Capodanno a Natale!

Non si ingrassa da Natale a Capodanno ma da Capodanno a Natale!

Mancano pochi giorni a Natale e, pur se frenati dalla recessione, sarà difficile risparmiare sulle derrate alimentari.

E’ tradizione eccedere in proteine (carni di tutti i tipi, pesce, formaggi), zuccheri e grassi (dolciumi di ogni natura e foggia).

Per molti il Natale si festeggia esclusivamente se non soprattutto a tavola!

Primo errore! Se proprio non credete, riscoprite il vostro territorio con grandi camminate.
E’ freddo? Meglio, almeno così qualche caloria sarà smaltita!

Quindi, prima di lamentarci per i famosi chili in più, pasticciando ed esagerando con gli alimenti, ecco alcune indicazioni di massima da seguire senza rinunciare ai classici delle feste come il cotechino e il panettone.

Dolciumi e bambini sono un connubio indissolubile“, afferma il Prof. Giorgio Pitzalis, pediatra e presidente di Giustopeso Italia, “ma con qualche accortezza è possibile evitare di esagerare.

In questo, i nonni dovrebbero evitare di iperalimentare, durante tutte le festività i propri nipoti. Da parte loro i genitori devono evitare di “arredare” e “tappezzare” le abitazioni di  panettoni, torroni, cioccolato e frutta secca. E’ bene tenere in bella mostra mele rosse, mandarini e arance, i colori del Natale”.

La strategia corretta non e’ il divieto ma piuttosto il consumo moderato e l’acquisto ragionato. Quindi sediamoci tranquillamente a tavola 24, 25 e 31 dicembre nonchè il 6 gennaio.

Non dimentichiamoci, infatti, che i momenti di festa “scaldano” il cuore, offrendoci un salutare benessere psicologico.

Ecco quindi il decalogo di Giustopeso Italia della corretta alimentazione, anche a Natale

Regola 1: Fai sempre la prima colazione!

La sera non andare a letto tardi (è importante dormire almeno 8 ore) e,  al mattino,  ricordati di fare colazione!
E’ consigliato bere latte o yogurt parzialmente scremato, accompagnato da fette biscottate con marmellata o cornflakes e/o frutta di stagione.
Il non è una colazione valida. I biscotti sono più calorici.

Attenzione quindi a non esagerare. Arrivare a scuola o al lavoro a digiuno è un errore frequente: cerchiamo di evitarlo.
I genitori devono insegnare al bambino a fare colazione prima di andare a scuola: ne gioverà la sua crescita, il suo apprendimento e il suo umore.

Regola 2: Attento alle quantità!

A pranzo è corretto mangiare 70-80 grammi di pasta o riso o polenta (un mazzetto di pasta che riempie lo spazio tra pollice e indice ripiegato fino alla base del pollice), condita con olio di oliva o sugo al pomodoro.

Il secondo piatto può essere a base di carne o pesce o formaggi con verdure. Sia a pranzo che a cena è indispensabile assumere dei contorni (verdura cotta o cruda, pomodori, insalate, finocchi, carote, fagiolini, ecc.) e frutta di stagione.

Regola 3: Bevi soprattutto acqua !

L’acqua è la bevanda migliore ed è consigliabile a tutte le età. Tutti gli altri “soft drink”(tè, aranciate, coca, ecc.) sono essenzialmente costituite da zuccheri semplici, forniscono calorie inutili senza altri nutrienti.

Anche i  prodotti light (zero) hanno il loro costo (non lieve) e soddisfano solo il gusto e non altro.
I succhi di frutta, quando consumati in eccessiva quantità, possono causare diarrea, dolori addominali, compromissione della crescita. Quindi attenzione, altrimenti il peso aumenta troppo!

Regola 4: Non abbandonare il latte e lo yogurt!

Il latte è un alimento completo e ricco di calcio. Anche le tue ossa vogliono crescere e senza l’aiuto del calcio e del latte non si cresce bene.
Non devi pensare al latte come ad un alimento per i lattanti.

Una buona quantità di latte (1 tazza al mattino e 1 yogurt a merenda) è utile a tutti, soprattutto a chi pratica sport.

Regola 5: Mangia 5 volte al giorno !

E’ consigliato mangiare cinque volte al giorno (prima colazione, spuntino del mattino, pranzo, merenda, cena).
Evitiamo quindi di mangiare e masticare (chewing-gum) sempre e dovunque (quando vediamo la TV o studiamo).

Si è visto infatti che concentrare i pasti in 2-3 “grossi appuntamenti con il cibo” è spesso la maniera migliore per assumere cibo in eccesso, tendendo ad assumere alimenti più grassi.

Regola 6: Mastica bene!

Masticare il “boccone” almeno 15 volte aumenta il senso di sazietà e diminuisce la fermentazione degli zuccheri nello stomaco.

Anche in questo caso l’esempio vale più di molte parole. Bisogna educare il bambino ad una adeguata masticazione poiché la prima digestione avviene in bocca. La voracità fa aumentare, tra l’altro, l’ingestione di aria e, quindi, sensazioni di gonfiore e pesantezza.

Non vi abituate a mangiare davanti alla TV o al computer; poiché quando si mangia si deve essere pienamente consapevoli di quello che si fa: così si svilupperà il senso del gusto e della sazietà.

Regola 7: Mangia di tutto un po’!

Ogni settimana sarebbe consigliabile assumere 3-4 porzioni di carne, 2-3 porzioni di pesce, 3 porzioni di formaggio, 2 porzioni di uova, 1-2 porzioni di salumi. Almeno 1–2 volte la settimana il pasto di due portate va sostituito con un pasto unico a base di pasta (o riso) con legumi.

Regola 8: Mangia “5 pugni al giorno” di frutta o verdura!

Attenzione non devi fare a pugni!
Devi solo vedere quanta frutta e verdura mangi. Il tuo pugno può essere una misura. Più frutta, meno snack e patatine!

Regola 9: Non esagerare con gli snack!

Mangia soprattutto merende preparate in casa, come ciambellone, crostata, pane e marmellata, pane e pomodoro.
La merenda può essere costituita anche da un gelato di frutta, un frullato, uno yogurt o della frutta.

Regola 10: Quale pane mangiare? Quello del fornaio!

E’ meglio mangiare il pane fresco del fornaio perché le calorie del pane in cassetta, crackers, grissini sono maggiori.

Perché? Perché contengono più grassi e meno acqua, quindi sono solo apparentemente più leggeri.
Sono anche ricchi di calorie i cornetti e tutti i prodotti da forno. Quindi, attenzione alle quantità.

Auguri a tutti!

TI POTREBBERO INTERESSARE...

Come si perde peso

Pitzalis diet. Come si perde peso.

Ecco come ha ridotto il suo peso un papà nella prima fase della dieta-primo mese. Il sovrappeso e l’obesità rappresentano una vera e propria epidemia

Colesterolo alto? Intanto fai questo

Colesterolo alto? Intanto fai questo

Il colesterolo alto è una condizione di cui preoccuparsi seriamente in quanto, specialmente in chi è più avanti con l’età. Questo può comportare diverse patologie,

Pranzo al sacco? Si, ma...

Pranzo al sacco? Si, ma…

Qualcuno lo chiama “lunch box“, altri “schiscetta” o “baracchino”, qualcun altro “pranzo al sacco” ma la sostanza non cambia. Trattasi in tutti i casi di

2022 © GIUSTOPESO

REGALA LA SALUTE

Clicca qui