E’ vero che il fluoro deve essere somministrato dalla nascita per prevenire la carie?

E' vero che il fluoro deve essere somministrato dalla nascita per prevenire la carie?

La mamma dovrebbe integrare questo elemento nella sua dieta già durante la gravidanza (1 mg al giorno dal terzo mese) e, in caso di allattamento, per i primi sei mesi di vita del bimbo.

E’ bene proporre il fluoro al neonato fin dalla nascita (se la mamma non allatta al seno o se interrompe l’assunzione dello stesso) e poi al bimbo fino ai 3 anni, sotto forma di pastiglie o gocce (0.25 mg al giorno).

Se il bambino è allattato con latti formulati è il caso di verificarne il contenuto, per evitare un iperdosaggio.

Comunque la necessità di fluoro è difficile da valutare perché le fonti di apporto del fluoro sono molteplici e dipendono soprattutto dal contenuto di fluoro dell’acqua che si utilizza.

Cosa fa il fluoro?

  • favorisce il deposito del calcio a livello osseo (azione antiosteoporotica);
  • riduce la formazione degli acidi nella bocca contrastando la formazione della carie dentaria;
  • rafforza lo smalto;
  • rafforza i legamenti.

L’organismo adulto contiene circa 3-7 mg di fluoro.

Se è contenuto in quantità ridotta

  • Si ha una diminuita resistenza del tessuto osseo,
  • carie dentaria,
  • lassità dei legamenti,
  • incisioni dello smalto.


Un eccesso di fluoro può essere nocivo.
Un suo eccesso può bloccare alcuni enzimi coinvolti nel metabolismo delle vitamine.

Alti dosaggi possono causare:

  • ritardo dell’accrescimento,
  • calcificazioni dei tendini,
  • malattie renali,
  • epatiche e cardiache,
  • macchie dei denti (fluorosi).

Dove trovo il fluoro?

  • uova,
  • formaggio,
  • salmone,
  • merluzzo,
  • frutti di mare,
  • mele.

TI POTREBBERO INTERESSARE...

La dieta perfetta per combattere l'acne?

L’acne si combatte a tavola

Un problema che colpisce, in forme diverse, tra il 79 e il 95% dei giovani. La dieta perfetta per combattere l’acne? Ma una dieta ricca

2022 © GIUSTOPESO

REGALA LA SALUTE

Clicca qui