L’Inverno e l’aerosolterapia

bambino che fa l'aerosol

Il “simbolo” dell’inverno, soprattutto in campo pediatrico, è sicuramente l’apparecchio (“device”) per l’aerosolterapia.

Vediamo quindi come acquistare un prodotto efficace.

Il goal terapeutico dell’aerosolterapia consiste nell’ottimizzare l’effetto dei farmaci a livello dell’apparato respiratorio minimizzandone la concentrazione sistemica.

In generale, la deposizione polmonare di un farmaco inalatorio dipende da:

  • dimensione delle particelle erogate dall’apparecchio per aerosol;
  • tipo di dispositivo di aerosol;
  • tecnica inalatoria.

L’esito della terapia è strettamente correlata alla tecnica inalatoria utilizzata

Il device inalatorio influenza in quale distretto verrà depositato il farmaco nebulizzato. La dimensione delle particelle influenza la deposizione di un aerosol e, a sua volta, l’efficacia clinica del farmaco.

I device inalatori si differenziano tra loro per il diametro delle particelle erogate.

La dimensione delle particelle di aerosol è generalmente indicata con il DAMM: Diametro Aerodinamico Mediano di Massa (il diametro aerodinamico di una particella sferica è il prodotto tra il suo diametro geometrico e la sua densità).

Se il DAMM è di grandi dimensioni, le particelle rimarranno nelle vie aeree superiori.
Se invece il DAMM è di piccole dimensioni, le particelle raggiungeranno le vie aeree medio-inferiori.

Nel 2000 la European Respiratory Society ha stabilito:

  • per le vie aeree superiori device endonasali con DAMM superiore ai 10 micron;
  • per le vie aeree inferiori device oro-buccali con DAMM inferiore ai 5 micron.

In base alla dimensione delle particelle i farmaci erogati si depositeranno in diverse aree del tratto respiratorio.

  • Le particelle di dimensioni <1 µm hanno più probabilità di raggiungere le vie aeree periferiche e gli alveoli;
  • le particelle di dimensioni 1-5 µm si depositeranno nelle vie aeree di grosso calibro;
  • le particelle di dimensioni > 5 µm si depositeranno soprattutto nell’orofaringe.

Ogni gocciolina con DAMM maggiore di 5 µm avrà probabilità di essere trattenuta nelle vie respiratorie superiori e non potrà raggiungere le vie respiratorie inferiori.
Le particelle di aerosol di dimensione minori di 5 µm raggiungeranno rapidamente le aree distali del tratto respiratorio.

Questa relazione si mantiene fino alla dimensione delle goccioline di 0,6 µ, al di sotto della quale le particelle tendono a essere espirate.
Una particella di dimensioni minori di 2 µm è l’ideale ed è in grado d’infiltrarsi fino alle vie aree più periferiche.

TI POTREBBERO INTERESSARE...

2022 © GIUSTOPESO

REGALA LA SALUTE

Clicca qui