Partner

Lacrime del lattante

Lacrime del lattante

L’ostruzione congenita del dotto lacrimale, presente nel 5% dei neonati a termine, è caratterizzata dalla persistenza di una sottile membrana  mucosa (valvola di Hasner) a livello dello porzione distale del dotto nasolacrimale.

Per questo le lacrime non defluiscono ed il neonato appare sempre lacrimoso.

La congiuntiva bulbare non è particolarmente arrossata

Ecco come liberare il dotto lacrimale in 4 mosse:

  1. Terapia antibiotica e massaggio di Cligler. E’ necessario effettuare una spremitura del sacco lacrimale mediante massaggio con il dito.

    Si esercita,quindi, una discreta pres­sione nella regione dell’ angolo interno dell’occhio e, seguendo il decorso della via lacrimali, ci si sposta in direzione del naso e verso il basso. In questo modo viene favorito lo sfondamento e la dilatazione delle vie lacrimali ristrette o ostruite.Questo massaggio deve essere ripetuto più volte a giorno (normalmente 5 manovre 5 volte al giorno) per un mese;

  2. sondaggio con un piccolo specillo;
  3. incubazione delle vie lacrimali (dacrocistorinostomia);
  4. Creazione chirurgica di un passaggio tra sacco lacrimale e e mucosa nasale.

Ovviamente, meglio iniziare con il massaggio lacrimale.

TI POTREBBERO INTERESSARE...

logo_ped_famiglia

REGALA LA SALUTE

Clicca qui